SoranoToday

Panatta Bertolucci, Pasta Kid, il grande tennis al Liceo di Ceccano, sabato 12 dicembre, ore 11

Sabato 12 dicembre, alle ore 11, 10, nell’aula magna Francesco Alviti, il Liceo avrà l’onore di ospitare Paolo Bertolucci, grande atleta azzurro del tennis, che presenterà il suo libro "Pasta Kid - il mio tennis, la mia vita, scritto insieme con...

Sabato 12 dicembre, alle ore 11, 10, nell’aula magna Francesco Alviti, il Liceo avrà l’onore di ospitare Paolo Bertolucci, grande atleta azzurro del tennis, che presenterà il suo libro "Pasta Kid - il mio tennis, la mia vita, scritto insieme con il giornalista Lucio Biancatelli.

Paolo Bertolucci è stato uno dei giocatori più forti della storia del nostro tennis. Ha fatto parte della squadra che ha scritto una pagina indimenticabile dello sport italiano, conquistando nel 1976 la nostra unica Coppa Davis e raggiungendo poi altre tre volte la finale. In coppia con Adriano Panatta ha costituito uno dei doppi più forti di tutti i tempi, ed è l'unico italiano che ha inciso cinque volte il nome sulla mitica insalatiera, quattro come giocatore e una come capitano non giocatore. Detto anche "braccio d'oro" per la facilità con la quale portava i colpi e le sue grandi qualità tecniche, ha sempre dovuto lottare con un avversario in più: l'amore per la buona tavola. Da qui il soprannome di Pasta Kid, affibbiatogli con rispettosa ironia da un guru del tennis mondiale come Bud Collins, la mitica penna del "Boston Globe". In questo libro, firmato insieme al giornalista Lucio Biancatelli, racconta tutta la sua storia: dagli inizi al circolo tennis Roma di Forte dei Marmi all'esperienza tecnica e umana vissuta nel centro federale di Formia con Mario Belardinelli, fino alla Coppa Davis e ai retroscena della finale in Cile, la lunga amicizia sul campo e fuori con Adriano Panatta e la conoscenza da spogliatoio di mostri sacri come Borg, McEnroe, Nastase. Un racconto pieno di vita e di colore, che apre una finestra su uno sport professionistico ma ancora artigianale, in cui l'aspetto umano era fondamentale e le racchette erano di legno. E in cui Pasta Kid poteva essere il soprannome di un campione.

Lucio Biancatelli è nato a Roma nel 1963. Laureato in Filosofia, giornalista, si occupa da sempre di comunicazione sull’ambiente e il territorio. Già programmista Rai e collaboratore di Ansa ambiente e L’Unità, è coordinatore di redazione al WWF (sito web e Panda magazine). Collaboratore di La Stampa Tuttogreen, nel 2014 ha pubblicato per Orme, assieme a Gino primavera, “La cucina della Maiella”, dal gennaio di quest’anno è il curatore di Orme edizioni, marchio del gruppo Lit specializzato su natura e animali.

L’iniziativa, promossa dalle associazioni culturali Arsestvita Onlus ed Il centro del fiume, è inserita nel progetto Pindarus, per il legame tra cultura e sport.

PASTA KID, IN CONTEMPORANEA AL LICEO DI CECCANO E AL VARRONE DI CASSINO, IL CONVEGNO RADDOPPIA GRAZIE AD EDUROAM E ALLA BANDA LARGA

anda larga ed Eduroam mettono insieme le scuole: sabato mattina il convegno dedicato al grande tennis di Panatta e Bertolucci, il Pasta kid, appunto, è raddoppiato ma sarebbe potuto anche triplicare e decuplicare. Infatti ad ascoltare gli esperti venuti a parlare dell'importanza del tennis e della Coppa Davis nella società italiana c'eranpo non soltanto gli studenti del Liceo di Ceccano, ma anche quelli del Varrone di Cassino, collegati in videoconferenza grazie al fatto che le due scuole sono entrambe dotate di banda larga ed utilizzano le Google apps for education. E le domande al giornalista RAI Lucio Biancatelli, autore del libro Pasta kid, l'azzurro dal braccio d'oro, sono state poste in diretta da Cassino, utilizzando semplici programmi di condivisione a disposizione gratuita di tutti gli allievi. E così gli studenti di Cassino hanno potuto cogliere un'occasione che altrimenti sarebbe stata riservata soltanto ai loro compagni di Ceccano. Il convegno era organizzato dalle associazioni Il centro del fiume e Ars est vita, inserite all'interno del progetto Pindarus del Liceo di Ceccano, coordinato dal prof. Langiu. La potenza espansiva delle applicazioni di condivisione, in particolare delle Google apps for education è stata messa in evidenza dalle due dirigenti scolastiche, Concetta Senese a Ceccano e Filomena De Vincenzo a Cassino, intervenute all'avvio dei lavori, che hanno ricordato quante nuove opportunità le tecnologie offrano alle scuole a costi abbastanza contenuti. Così i ragazzi di Ceccano e quelli di Cassino, grazie al collegamento internet del GARR e alla rete Edunet dell'Università di Cassino, insieme hanno ascoltato le imprese del grande tennis italiano, giunto alla finale della Davis per ben 4 anni consecutivi dal 1976 al 1980, un risultato mai ripetuto da nessun'altra nazionale al mondo. Il felice esperimento condotto stamane a Ceccano e a Cassino apre possibilità infinite alle scuole che potrebbero facilmente amplioficare le loro iniziative collegandosi insieme. Serve "soltanto" una connessione potente ed affidabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anagni, 15enne muore durante l' elitrasporto al Bambino Gesù

  • Sora, muore a soli 35 anni l'autotrasportatore Gianluca Caschera

  • Anagni - Colleferro, brutto incidente in A1. Lunghe code in direzione nord

  • Villa Santa Lucia, va da un concessionario per acquistare una nuova auto e muore

  • Cassino, raccapricciante scritta nei confronti del segretario della Lega giovani

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento