SoranoToday

Morolo, arrestata meretrice nigeriana focosa per aggressione ai carabinieri

A Morolo, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio di controllo del territorio traevano in arresto una 24enne cittadina nigeriana, domiciliata nel capoluogo, meretrice, (censita per violazione delle leggi sull’immigrazione), in...

Carabinieri Alatri

A Morolo, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio di controllo del territorio traevano in arresto una 24enne cittadina nigeriana, domiciliata nel capoluogo, meretrice, (censita per violazione delle leggi sull’immigrazione), in quanto destinataria di Decreto di espulsione dal territorio nazionale, nonchè resasi responsabile del reato di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.

La predetta, mentre si trovava in compagnia di altre due connazionali, con lo scopo di sottrarsi all’identificazione dei militari operanti li aggrediva con calci e spintoni venendo poi bloccata dopo una breve colluttazione, durante la quale le altre due cittadine straniere riuscivano ad allontanarsi lungo i binari ferroviari, ove successivamente venivano rintracciate ed identificate da personale della Stazione Carabinieri di Sgurgola, prontamente intervenuto in ausilio.

Nella circostanza, gli operanti procedevano anche nei confronti delle altre due nigeriane, entrambe 22enni e censite per violazione delle leggi sull’immigrazione; infatti, la seconda veniva deferita in stato di libertà, in quanto anch’ella responsabile di inosservanza di provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale, mentre nei confronti della terza veniva avanzata la proposta dell’applicazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, stante l’attualità della pericolosità per la sicurezza pubblica.

L’arrestata, ad espletate formalità di rito, veniva trattenuta presso le camere di sicurezza della Compagnia di Anagni in attesa del rito direttissimo disposto dall’A. G..

TREVI NEL LAZIO, “BECCATO” IN CITTÀ MENTRE ERA STATO ALLONTANATO

Trevi nel Lazio, i militari della locale Stazione, nell’ambito di un predisposto servizio finalizzato a contrastare la recrudescenza dei reati contro il patrimonio, controllavano ed identificavano un 43enne ciociaro, già censito per reati contro il patrimonio, il quale veniva sorpreso in quel centro nonostante fosse già colpito da un provvedimento di allontanamento da quel comune per anni tre, emesso lo scorso febbraio. L’uomo, ricorrendone i presupposti di legge veniva pertanto deferito alla competente A.G..

FIUGGI, ALLONTANATO CON FOGLIO DI VIA UN 32ENNE CHIETINO

Fiuggi, gli stessi militari fermavano e identificavano un 32enne della provincia di Chieti, sorpreso in evidente stato di ebbrezza alcolica e pertanto contravvenzionato ai sensi di Legge. A carico dello stesso, ricorrendone i presupposti, gli operanti inoltravano anche la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O., con divieto di ritorno in quel comune per anni tre.

CECCANO, ARRESTATO IN FLAGRANZA DI REATO PER TENTATO FURTO IN ABITAZIONE

Nel pomeriggio del 6 maggio u.s., in Ceccano, i militari della locale Stazione traevano in arresto, nella flagranza di reato, un 21enne del luogo (censito per reati contro il patrimonio) per tentato furto in abitazione in concorso. Gli operanti, allertati da privati cittadini e con l’ausilio di una pattuglia del locale Comando dei Vigili Urbani, sorprendevano il giovane mentre, unitamente ad altro complice, tentava di entrare all’interno di un’abitazione della città fabraterna, approfittando dell’assenza dei proprietari, che ignari, festeggiavano il matrimonio della loro figlia. Alla vista dei militari i malfattori si davano immediatamente alla fuga, venendo però prontamente inseguiti dagli operanti che riuscivano a bloccare il prevenuto, mentre il complice si dileguava per le campagne circostanti facendo perdere le proprie tracce. Nel corso del sopralluogo venivano rinvenuti nelle vicinanze di una finestra alcuni arnesi da scasso sottoposti a sequestro. L’uomo, a seguito di rito direttissimo svoltosi nella mattinata odierna presso il Tribunale di Frosinone, veniva posto in libertà con obbligo di presentazione alla P.G.. Proseguono le indagini tese all’identificazione del complice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento